Analisi storico-comparata dei provvedimenti di regolarizzazione in materia di immigrazione dal 1986 al 2020

Giugno 2020

L’art. 103 del Decreto Rilancio prevede una procedura per favorire l’emersione dei rapporti di lavoro irregolari: è data possibilità ai datori di lavoro di presentare istanza per concludere un contratto di lavoro subordinato con cittadini stranieri presenti sul territorio nazionale ovvero per dichiarare la sussistenza di un rapporto di lavoro irregolare in corso con cittadini stranieri o italiani.

La grande differenza rispetto alle precedenti regolarizzazioni sta nell’ammettere alla procedura anche i cittadini stranieri con permesso di soggiorno scaduto alla data del 31/10/2019, ma che, alla data dell’8 marzo 2020, risultino presenti sul territorio nazionale senza che se ne siano allontanati e abbiano svolto, antecedentemente al 31 ottobre 2019, attività di lavoro segnatamente nei settori dell’agricoltura, dell’allevamento e della zootecnia, della pesca e dell’acquacoltura.

Nota Regolarizzazione

Articoli correlati

Andamento dell’economia agricola 2023

Andamento dell’economia agricola 2023

Secondo le ultime informazioni fornite dall’ISTAT, anche nel 2023 si evidenzia una contrazione dell’economia agricola italiana. Nel 2023 il settore dell’agricoltura, silvicoltura e pesca registra infatti risultati negativi in termini di valore aggiunto (-2,5% in...

Attività dell’Ispettorato nazionale del lavoro 2023

Attività dell’Ispettorato nazionale del lavoro 2023

Il numero 19 del “Bollettino Statistico della Fondazione Metes” è dedicato ad una analisi dei risultati dell’attività di tutela e vigilanza in materia di lavoro e legislazione sociale svolta dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro nel settore agricolo italiano nel corso...